Home > Event > Comunità in Rete
01 maggio, 2020
Comunità Rajo, Strada Montecampano
Untitled-1

Lo scambio, la condivisione e la collaborazione con il territorio, sono per la Comunità Terapeutica Rajo degli strumenti fondamentali per la crescita e lo sviluppo tanto delle persone che ospitiamo che della comunità allargata. La nostra idea è quella di una comunità permeabile, in cui la costruzione di reti e la possibilità di offrire reali occasioni di inclusione e integrazione, rappresentano il fulcro del nostro lavoro sulle dipendenze patologiche. È da questa spinta che nasce Rajo – #comunitainrete: per noi una nuova opportunità di creare connessioni, uno spazio in cui equipe e ospiti possano esprimersi, raccontare la vita in comunità, scambiare informazioni, condividere esperienze, mettere a disposizione il proprio bagaglio e dialogare con chi voglia farlo.

Ci sembra un ottimo viatico inaugurare questo strumento online con una piccola riflessione sul lavoro sociale, adatta al presente ma non meno adatta alla nostra quotidiana esperienza di operatori.


 

Chi semina la terra sa che dovrà mettere attenzione, dedicare cure, costanza, protezioni ….. creare le condizioni favorevoli affinché i germogli possano svilupparsi nel migliore dei modi, pulire il terreno dalle erbacce .… affinare la terra perché sia morbida.

Chi semina la terra sa anche che tutto questo è necessario ma non sufficiente … sa che parte del raccolto non dipenderà soltanto dalle sue azioni …. acqua, vento, sole, clima faranno il resto.

Ci sarà un buon raccolto? Non lo sa. Ma non smette di seminare e di desiderare che sia così.

Eccoci .…. noi operatori nel sociale..navigatori esperti dell’incertezza, da sempre in viaggio verso Itaca. Oggi più che mai insieme ai nostri ospiti .…. a prendere in faccia l’acqua sbattuta dalle onde e insieme abbassiamo le vele, svuotiamo l’acqua dalla nave con i secchi, assecondiamo la tempesta .… perché non si può sfidarla, non si può prendere l’onda con la prua .…. ci vuole un po’ di resa.

Ma non smettiamo di immaginare e desiderare Itaca. Costruttori di luoghi del divenire e del possibile.

De-siderare …. fissare attentamente le stelle. La particella DE indica un allontanamento..…. sentire una mancanza. In questa distanza, oggi, ricerco il mio senso. In questo spazio che ci separa oggi guardo con più attenzione gli sguardi dei colleghi .… rimangono loro..potenti dietro le mascherine.

“cosa sarà di noi .… noi che siamo le ultime ruote del carro? Ora che tutta l’Italia sarà nel disastro economico..come potrò trovare un lavoro? Una casa? Quando potrò riavvicinarmi a quei pochi affetti che mi rimangono?”….Oggi forse, con più forza, posso dire quello che da sempre so .….”non so rispondere alle tue domande” .… ma ti dico anche .…. “vieni e sdraiati come me, nel campo di notte e guarda le stelle. Guardale con attenzione .…. c’è distanza molta distanza tra te e le stelle. E ora raccontami cosa senti, cosa sogni per te, come potresti raggiungerle. Raccontami il tuo domani. Ed io ti racconto il mio”

E intanto in comunità non smettiamo di seminare la terra.

“Sempre devi avere in mente Itaca. Raggiungerla sia il pensiero costante”

Barbara Romano, psicologa arteterapeuta, coordinatrice Comunità terapeutica Rajo di Cipss Cooperativa Sociale.


 Contattaci

Nota: inviando il messaggio dichiari di aver preso visione della la policy privacy di Cipss, visibile a questo link e di fornire il tuo consenso al trattamento dei dati ivi descritto.

 Contattaci

Invia una mail a: comunitarajo@cipss.org


Rajo #comunitainrete

Vai al Blog di Rajo #comunitainrete

Un'interfaccia digitale per gli Ospiti e gli Operatori della Comunità

» Vai al Blog

x