cipss cooperativa sociale narni (terni)Cipss - cooperativa sociale Narni
SERVIZI SOCIALI SANITARI EDUCATIVI ALLA PERSONA
Home > News > Principi operativi
sinapsi - rajo servizi ambulatoriali per le dipendenze patologiche

La presa in carico globale:
l’intervento si applica all’individuo inteso nella sua globalità con particolare attenzione al contesto di vita in cui è inserito.

La supervisione:
è una pratica che comporta il confronto fra diversi operatori al fine di ampliare la prospettiva di osservazione del singolo operatore e di diminuirne le distorsioni individuali. Si prevedono differenti momenti di supervisione sia diretta (con utilizzo di specchio unidirezionale) sia indiretta e di confronto tra le diverse professionalità che operano all’interno dell’ambulatorio clinico riabilitativo per la discussione dei casi presi in carico.

Il lavoro in équipe:
permette di costruire un progetto di intervento integrato che riguardi le diverse componenti di vita delle persone e consenta ai singoli professionisti di confrontarsi sulle scelte e le modalità operative.

La verifica:
da parte del referente del servizio e del direttore tecnico della cooperativa garantisce l’unitarietà degli interventi nonché la corretta gestione degli spazi e dei tempi.

L’aggiornamento costante:
ogni professionista si impegna a contribuire allo sviluppo delle conoscenze di tipo psicologico e comunica i suoi progressi e le acquisizioni provenienti dall’esperienza clinica alla comunità professionale, al fine di favorirne la diffusione per scopi di benessere umano e sociale.

Ogni professionista si impegna altresì a mantenersi costantemente aggiornato rispetto alla ricerca e alla produzione scientifica in tema di psicologia clinica.

Il rispetto del codice deontologico:
gli psicologi che operano nell’ambulatorio operano nel rispetto del codice deontologico nazionale degli psicologi italiani approvato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine nell’adunanza del 27-28 giugno 1997.

Il rispetto della normativa nazionale sulla privacy:
tutti i professionisti che praticano all’interno dell’ambulatorio seguono gli adempimenti che gli psicologi sono tenuti ad eseguire per ottemperare al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 – “codice in materia di protezione dei dati personali”.

Your email address will not be published.